In passato, Marte ospitava vita nel sottosuolo

18

Marte, nel suo passato remoto, avrebbe potuto ospitare delle forme di vita molto simili a quelle che oggi vivono nelle profondità della nostra Terra. Le prove a sostegno di tale ipotesi ormai sono numerose (in molti ricorderete la scoperta del lago di acqua salata, e liquida, sotto la superficie), di recente ne è arrivata una ulteriore.

Lo studio condotto dalla Brown University e pubblicato sulla rivista Earth and Planetary Science mette in evidenza come le rocce che sono situate in profondità avevano energia chimica sufficiente a dare sostentamento a queste forme di vita elementari.

I microrganismi in questione sarebbero stati alimentati, esattamente come accade sulla Terra, da un processo chimico attivato da elementi radioattivi che rompono molecole d’acqua e liberano quindi idrogeno e ossigeno. I campioni che sono stati raccolti da Mars Odyssey portano traccia di questi processi chimici passati: ci riferiamo a quattro miliardi di anni fa ma questi organismi avrebbero potuto sopravvivere per milioni di anni.