Nuovi piani di adattamento per ridurre i rischi dovuti ai cambiamenti climatici

35

A Roma si è chiuso ieri il Progetto Derris con un evento in cui trenta aziende di Torino hanno presentato dei nuovi piani di adattamento per ridurre i rischi e le vulnerabilità che arrivano dai cambiamenti climatici.

Torino continua così a lavorare su un piano più generale (l’IDAP) che è il perfetto esempio di come pubblico e privato possano fondersi per il bene della comunità. Uno dei cavalli di battaglia di questo piano è una più corretta e sostenibile pianificazione dello sviluppo del territorio, tenendo presente proprio le nuove frontiere climatiche.

Anche i comuni di Bologna e Padova hanno collaborato a questa iniziativa, senza contare che ci sono stati contatti anche con Portland, città che a livello globale resta all’avanguardia sotto quest’aspetto.

“Il Progetto Derris è il punto esclamativo sulla strategia locale di adattamento ai cambiamenti climatici. Torino continuerà a sensibilizzare gli imprenditori locali per spingerli a seguire un protocollo d’intesa con le associazioni di categoria e proseguire quindi nel piano generale”, queste le parole di Alberto Unia, assessore all’Ambiente.