Scienza e Tech

Alcune utili informazioni sui protesti bancari

Il vuoto normativo riguardo alla sospensione dei protesti bancari ha lasciato noi cittadini e imprenditori in bilico. Il solito pasticciaccio all’italiana. Invece di restituire liquidità e ossigeno alle piccole imprese, i meccanismi crudeli delle leggi male interpretate hanno creato più danni che serenità.

Uno schiaffo per l’economia in tempi di covid

Tanti decreti legge si sono succeduti in materia di protesti bancari, ma il risultato fallimentare dei meccanismi delle istituzioni dimostra come le procedure ufficiali siano sempre lontane dalla realtà nuda e cruda della quotidianità.

I tempi stringenti della macchina dei protesti, arrivano come una doccia fredda sui cittadini, in assenza di disposizioni precise. Un corto circuito che ha visto protagonisti i ritardi delle liquidità garantite dallo Stato, con la scintilla infernale dei protesti scoppiati da un giorno all’altro in un Paese già provato dal Covid.

Si può cancellare un protesto bancario

La procedura ufficiale sarebbe possibile, in un mondo utopico di efficienza e giustizia, ma passano le settimane e la beffa ci stritola in attesa di un nuovo decreto. Per sanare questa disparità non basta sognare ad occhi aperti. Per ritornare a vivere e rialzare la saracinesca la soluzione più plausibile adesso, è affidarsi all’azienda Conto Protestati Service.

La maggior parte dei protesti bancari pendenti, si sono trasformati in un cappio al collo doppio, sia per i debitori che per i creditori, in assenza di protocolli normativi. Chi non ha ricevuto, chi deve risolvere situazioni scomode di protesto con istituti di credito e finanziarie, niente paura. È possibile fare i normali movimenti di un conto, ricevere lo stipendio, domiciliare le bollette, inviare o ricevere bonifici, ma soprattutto collegare un POS aziendale.

Tok Tok, si ritorna a vivere

Nella difficoltà emotiva, sanitaria e giuridica di questo finale di 2020, per fortuna entra a gamba tesa la nostra grande occasione per tornare a sorridere. Tutti noi, privati o imprese, abbiamo bisogno dell’apertura di un conto corrente bancario a protestati, online, sicuro e facile da usare. Anche le imprese protestate, dopo insolvenze causate dalla beffa dei decreti, hanno bisogno di carte prepagate con Iban, per non naufragare nel vuoto legislativo del Paese.

Bollettino dei protesti on line

Se in questo marasma legislativo non si conosce con certezza la propria situazione pendente circa il protesto bancario in questione, si può consultare on line l’elenco dei bollettini dei protesti. Pagando si può ottenere una Visura riportante la motivazione del protesto in atto. Per consultare on line i protesti e individuare la propria Visura, il costo è di 4,90 Euro.

L’impossibilità di accesso al credito è la peggiore delle conseguenze di un protesto bancario, soprattutto in questa seconda emergenza Covid. Il divieto di emettere assegni e di poter negoziare con altri istituti di credito, rende il naufragio delle imprese la catastrofe di fine 2020.

Inevitabile che il pignoramento delle proprietà sia la conseguenza più nefasta che incombe sulla testa di un protestato, nonché le procedure penali che deflagrano la stabilità del privato o dell’impresa insolvente.

Non sperare che cada in prescrizione

I passaggi per uscire dalla condizione di protesto bancario sembrano insormontabili in questo clima di isolamento sociale e legislativo. Iter legislativi bloccati a causa del Covid, allungano a dismisura le possibilità di riabilitazione del protestato, che in condizioni normali potrebbe ripulire il suo nome di cattivo pagatore in ben 5 anni.

Chi ha subito disguidi finanziari di questi tempi, non deve smettere di sognare. La nostra azienda si farà garante della continuità del tuo sogno.

Paola Girardi

Amo la natura in tutti i suoi aspetti, mi rilasso facendo delle lunghe passeggiate in mezzo al verde. Non perdo l'occasione per apprezzare la realtà che ci circonda. Il nostro pianeta è la nostra casa ed è essenziale rispettarlo per vivere meglio.
Close