Benessere e Salute

L’agopuntura per la cura di molti disturbi

L’agopuntura viene spesso presentata come una disciplina esoterica, avvolta da una densa aura di misticismo: se questo ha contribuito ad aumentare il suo fascino misterioso, per altri versi ha accresciuto la distanza dalla medicina ufficiale, cosicché per lungo tempo gli scienziati hanno ritenuto inconciliabili la medicina occidentale e quella orientale. E’ possibile integrare nel pensiero scientifico i meridiani energetici, il qi (l’energia vitale) ed altri concetti della medicina cinese? Ebbene, molto è cambiato negli ultimi decenni, perché si è iniziato a studiare l’agopuntura in modo scientifico, scoprendo che in realtà la distanza che la separa dalla medicina ufficiale è molto più breve di quanto si pensi.

Effetti scientificamente dimostrabili

I primi studi scientifici si sono focalizzati sugli effetti dell’agopuntura sul dolore, scoprendo che essa è in grado di modulare l’attività di tutti i centri che elaborano i segnali del dolore. Ma non solo. L’agopuntura è in grado di far produrre le endorfine, le più potenti sostanze antidolorifiche conosciute, così chiamate perché rilasciate dal nostro stesso organismo in condizioni di emergenza, e perché somigliano alla morfina.

E’ così che si spiega l’efficacia dell’agopuntura nel mal di schiena, nel mal di testa e i molti altri dolori così frequenti e diffusi. Un ciclo di agopuntura di cinque-dieci sedute è in grado di ridurre in modo significativo, se non abolire del tutto, il dolore che accompagna le più svariate patologie.

Si pensi all’abuso di farmaci analgesici ed antinfiammatori nelle patologie croniche e degenerative, con i pesanti effetti collaterali che ne derivano. L’agopuntura rende possibile ridurre la posologia dei farmaci (stessa efficacia antidolorifica con una dose di farmaco inferiore) riducendo le reazioni avverse (ulcere gastriche, gastriti, coliti etc…)

I numerosi effetti dell’agopuntura

L’agopuntura ha poi anche altri effetti insospettabili in numerosi disturbi. Innanzitutto riduce l’infiammazione dei tessuti, facendo produrre all’organismo il cortisolo, il più potente antinfiammatorio naturale. Poi elimina le contratture muscolari presenti in molte condizioni cliniche, come la cefalea tensiva, la cervicalgia, la lombalgia etc…

Migliora anche l’assetto posturale dell’individuo ed il controllo dei movimenti, non solo in disturbi ortopedici, ma anche in alcune patologie neurologiche come il morbo di Parkinson. L’agopuntura regolarizza poi il ritmo sonno-veglia in molte forme di insonnia. A questo proposito, la possibilità di curare in modo naturale ed efficace l’insonnia è molto importante, poiché i farmaci ipnoinducenti non solo comportano il pericolo di dipendenza ed assuefazione, ma si associano anche a rilevanti effetti collaterali, specialmente nei soggetti anziani.

Inoltre molti farmaci comunemente usati nel trattamento dell’insonnia aboliscono la fase REM, e quindi la possibilità di sognare, cosa che non accade con l’agopuntura. Sempre nell’ambito della sfera psichica, l’agopuntura esercita effetti favorevoli anche negli stati di ansia e di panico: a questo riguardo, l’agopuntura è così potente che è possibile trattare la maggior parte di queste condizioni senza farmaci.

Non passiamo poi non parlare della possibilità di migliorare l’efficienza del sistema immunitario con questa straordinaria terapia: gli studi dimostrano un potenziamento sia dell’immunità cellulare (linfociti e cellule natural killer) che anticorpale. Il sistema immunitario può anche essere modulato laddove funzioni in modo inappropriato, come nel caso delle allergie ai pollini.

Giulia D'Ambrosio

Sono laureata in Scienze naturali e appunto la scienza è la mia passione. Seguo il mondo della tecnologia e quotidianamente mi informo sulle notizie del settore. Non mi perdo nessuna news sul mondo scientifico e tecnologico.
Close